Back to Top

La Fondazione Raspberry ha avviato un concorso per giovani programmatori con un premio in palio di mille dollari (più altri cinque da 200 dollari per ciascuna categoria) per chi riuscirà a "produrre un'applicazione software che funzioni sul Raspberry Pi e che impressioni i giudici".

Raspberry Pi

Chi ha già ricevuto il mini computer da 35 dollari  e ha qualche nozione di programmazione può partecipare; per chi non lo ha la Fondazione segnala la possibilità di sfruttare una delle piattaforme di simulazione disponibili al pubblico, ma non in Italia. Entro il 1 settembre bisogna inviare il modulo di iscrizione compilato in ogni dettaglio (che sarà online dal 4 agosto) e un file con il codice sorgente dell'applicazione e tutti i dati che occorrono per farla funzionare. I partecipanti saranno divisi in due categorie in funzione dell'età: fino a 13 anni, e fra 14 e 18 anni.

Se questa iniziativa avrà successo la Fondazione potrebbe addirittura bandire concorsi settimanali. In questo modo verrebbe davvero incentivata l'attività di programmazione, perseguendo lo scopo primario che si voleva raggiungere con la creazione di questo prodotto. Il regolamento completo è pubblicato sul sito della Fondazione Raspberry alla voce Summer programming contest! per sottolineare il fatto che si svolge durante il periodo di chiusura estiva delle scuole nel Nord Europa.

 

 

Alcuni degli odierni motori grafici più esigenti che abbiamo a disposizione oggi hanno la stessa età delle CPU Intel Core 2 Duo che molti di noi hanno ancora nei computer in ufficio. La potenza delle CPU, inoltre, è andata raddoppiando ogni tre o quattro anni. Guardando a tale situazione si potrebbe quindi pensare che la potenza hardware sia più che adeguata per giocare. Ci sono tuttavia diversi dettagli da prendere in considerazione, soprattutto per determinare se per le prestazioni è più importante la scheda grafica o il processore centrale.

Com'è noto, infatti, le prestazioni delle GPU aumentano con una velocità persino maggiore di quella dei processori. E così ancora oggi impazza il dibattito sulla convenienza nell'investire su una CPU più veloce o una scheda video con più potenza.

Si arriva però a un punto in cui è inutile continuare la battaglia. Per noi quel momento è arrivato quando i nostri giochi preferiti hanno iniziato ad andare bene su un grande schermo alla risoluzione di 2560x1600 pixel. Semplicemente non aveva importanza se un componente più veloce ci consentiva di avere 120 o 200 FPS medi.

 

Già disponibile per piattaforme Windows, Mac e mobile, l'ultima versione della soluzione per il controllo remoto e il supporto tecnico tramite Internet offre una gamma di nuove funzionalità che rendono ancora più semplice la gestione per le aziende.

I principali aggiornamenti includono l'accesso remoto ai computer Linux 24 ore su 24 e la possibilità effettuare il login, il logout e il riavvio del sistema. TeamViewer 8 permette anche il trasferimento di sessione: il personale IT ha infatti l'opportunità di invitare i colleghi a una sessione remota in corso o trasferire il controllo di una sessione a un altro esperto. In questo modo, le richieste dei clienti possono essere gestite più rapidamente senza l'esigenza di avviare ulteriori sessioni remote.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.